Le case chiuse del centro storico

Quando saranno le prossime date?



Richiedi Informazioni

Quanto costa?


Il pagamento per questa visita è: Anticipato con carta di credito


La percentuale di sconto prevista in caso di prenotazione effettuata da un associato è del 50.00% sul compenso associazione Maggiori Informazioni
 AdultiBambini
5-9 Anni
Ragazzi
10-17
Compenso Associazione € 9.00 € 2.00 ( * ) € 3.00
Servizi Accessori
Guida € 6.00 € 3.00 (*) € 4.00
Totale Singolo: € 15.00 € 5.00 € 7.00
( * ): 1 Gratis ogni Adulto Pagante
(Escluso eventuale biglietto di ingresso al museo o servizi aggiuntivi ove non indicato nei dettagli della visita)

Costo Visita Guidata: 
15 euro a persona
Dato l'argomento è consigliabile un pubblico adulto
Numero minimo di partecipanti: 5
Altre forme di pagamento: 
amministrazione@conoscifirenze.it
Durata Visita:
1 ora e quindici minuti circa
Il luogo dell'incontro verrà comunicato con email e sms


Firenze a luci rosse: le “case chiuse” del centro storico
Le "case chiuse" di cui parleremo non esistono più e perciò non è possibile visitarle.

“perché la storia di un popolo passa anche attraverso le lenzuola stropicciate di alcuni letti”.

 
Riviviamo insieme Firenze nella prima metà del 1900 quando in città si contavano circa venti case chiuse molte delle quali erano situate nel centro storico. Dal 1958 con la legge Merlin esse ovviamente non esistono più ma dove si trovavano? Andiamo a caccia di questi luoghi “proibiti” tramite gli indizi che la città stessa ci fornisce attraverso i nomi delle sue vie più e meno famose. Come erano organizzate le Accademie della dame e quale era il giorno in cui i postriboli erano più frequentati? Tanti nomi diversi per parlare della stessa attività!
Partiremo da
S. Lorenzo da sempre ricordata per la presenza della prima Cattedrale della città nonché Pantheon della famiglia Medici e attraverseremo Via Tornabuoni oggi conosciuta come una delle vie più chic del centro cittadino che invece ci sorprenderà proprio in senso opposto!
La passeggiata insieme ci condurrà alla scoperta di molti nomi di letterati e poeti assidui frequentatori  di  Madame Saffo, maitresse del casino extralusso di Firenze. Anche qui, nella culla del Rinascimento, il mestiere più antico del mondo è stato parte integrante del tessuto sociale della città!


Per conoscere l'evoluzione della prostituzione fiorentina vi suggeriamo di partire da qui. Grazie
 

 
ADDIO AI CASINI

 Si chiudono i casini
e la Merlin fa festa 
perché, l'ha detto sempre, 
vuol la puttana onesta.

La senatrice rossa, 
testarda più di un mulo, 
la libertà ci ha tolta 
di andare tutti in culo.

Addio casini, frutto 
della saggezza antica, 
ove conobbi, imberbe, 
il volto della fica.

Addio, sale famose, 
con bersaglieri e fanti, 
dai cazzi turgidissimi 
già pronti a farsi avanti.

Addio, Metressi pingui 
che deste fica al mondo, 
rendendoci l'uccello 
più lieto e più giocondo.

Addio, raccolte camere 
ove il villan fottuto 
fregava rapidissimo, 
magari con lo sputo!

Addio, puttane storiche, 
addio cara . “Mondiale” 
che desti a culo e fica 
fama internazionale.

Addio, chiavate sapide 
del letto sulla sponda, 
addio, bocchini celebri
di mora oppur di bionda!

I giovani domandano 
dove chiavar. Mistero!
II cazzo è umiliatissimo,
e vede tutto nero.

La senatrice, intanto, 
sorride e se ne frega
e dice agli italiani:
“Tiratevi una sega!”



 
 

Visite guidate

Ondeggia con i barchetti dei Renaioli partendo dal Palazzo della Borsa per poi passare davanti agli...
Oltre 750 opere per 720 anni di storia. La maggiore concentrazione di scultura monumentale...
A Firenze esistono numerosi affreschi e tavole monumentali con il tema dell'Ultima cena, detti...