Primary Menu
  • Park2Go
  • Apartments Florence
  • Pavimenti In Legno Taddeo

Il Museo della Deportazione e Resistenza





Prossime date
Rimani in contatto con noi per conoscere le prossime date iscrivendoti alla newsletter.

Iscriviti
La vostra guida sarà Francesca C. Righi
Pagamento: Anticipato con carta di credito

Visita serale quella del 27 giugno.
Opzionale:
dopo la visita possiamo rimanere a mangiare una pizza.

Spuntate la casella mentre prenotate. Da pagare sul posto
 
Costo Visita: 
10 euro a persona
7 euro ragazza/o da 10 a 17 anni

Costo Bambino/a da 5 a 9 Anni: 6 euro a persona 
(5 euro per ogni adulto pagante)
Dettaglio costi visita e date disponibili.

Durata Visita:
90 minuti
Il luogo dell'incontro verrà comunicato con email e sms

Il Museo della Deportazione e Resistenza
 
E' un museo didattico, una delle poche strutture in Italia ad essere dedicata alla memoria della deportazione ne campi di concentramento e di sterminio nazisti. Si compone di una parte introduttiva, costituita da pannelli esplicativi con foto e mappe sul sistema concentrazionario nazista, e di un allestimento particolarmente suggestivo che espone oggetti appartenuti agli stessi deportati, provenienti perlopiù dal campo di concentramento di Ebensee che era un sottocampo del lager di Mauthausen.
Tutti dovrebbero visitarlo!


Il Museo sorge a Prato nella frazione di Figline perché proprio qui il 6 settembre del 1944, il giorno stesso della liberazione della città dal nazi-fascismo, 29 giovani partigiani furono presi dai tedeschi in ritirata e impiccati. Luogo simbolo, dunque, di un eccidio, oggi sede del Museo della Deportazione e Resistenza che ne suggella il ricordo inserendolo in un percorso più ampio dedicato alla memoria della deportazione nei campi di concentramento e di sterminio nazisti e alle lotte di resistenza e liberazione dal nazifascismo. Fatti che attraverso le testimonianze dei sopravvissuti ci insegnano a riflettere sulle atrocità di cui l'essere umano è capace, sul significato del termine “politica” e sulle sue deformazioni. Inoltre impareremo a vedere con occhi diversi  alcuni luoghi della nostra città: piazza del  Carmine, il complesso dello Spedale di San Paolo, via Bolognese, il complesso delle Murate [*], il binario 16 della Stazione di Santa Maria Novella sono solo alcuni esempi di una rete urbanistica intrisa di dolore.

Il percorso espositivo presenta una prima parte introduttiva di carattere storico con schede, foto, e mappe sul sistema concentrazionario nazista a cui si affianca un allestimento particolarmente suggestivo che espone oggetti appartenenti agli stessi deportati provenienti perlopiù dal lager di Mauthausen. Nel Museo sono inoltre presenti delle postazioni audio-video  nelle quali si posso ascoltare le testimonianze dei testimoni. 
[*] Visita con noi le Murate

 
Indumenti consegnati al deportato o alla deportata al suo arrivo nel campo di concentramento.
 
Giacca autentica per il deportato o deportata



Siringhe come questa venivano usate dai medici nazisti per iniettare benzina nel cuore allo scopo di uccidere il prigioniero.



Un paio di zoccoli autentici, indossati da un deportato.​

 
Dove è il Museo.
Prato (loc. Figline) in via di Cantagallo, 250.

 
Come raggiungerci:

In bus

Dal centro storico di Prato è possibile prendere il bus Autolinee Cap Linea 12A da piazza San Domenico. Il mezzo è diretto e ferma a pochi passi dal Museo. E' possibile inoltre prendere la Lam Rossa direzione Galceti, scendere alla fermata Sette Marzo 2 e proseguire a piedi per circa 800 metri, oppure scendere alla fermata Sette Marzo 4 e prendere il 12A alla fermata dall'altro lato della strada. 
Nel caso in cui si scelga la seconda opzione si consiglia di consultare gli orari delle due linee per le coincidenze.


In treno

In prossimità delle stazioni ferroviarie di Prato Centrale e di Prato Porta al Serraglio, è possibile prendere i mezzi pubblici, Autolinee Cap - Lam Rossa, direzione Galceti. Scendere alla fermata Sette Marzo 2 e proseguire a piedi per circa 800 metri, oppure scendere alla fermata Sette Marzo 4 e prendere il 12A alla fermata dall'altro lato della strada. 
Nel caso in cui si scelga la seconda opzione si consiglia di consultare gli orari delle due linee per le coincidenze.
In auto

 
Vedere piantina e seguire il percorso evidenziato di giallo

Banner Pubblicitario